LIVE
 
CORONA
Torna indietro
Olga de Souza, in arte Corona, è nata e cresciuta a Rio De Janeiro. La passione per la musica l’ha accompagnata fin da giovanissima, ma il Brasile allora non offriva molte possibilità per cominciare. Nel frattempo Corona lavora in banca, la Caixa Economica Federal di Rio, continuando però negli anni a coltivare il suo sogno. Finchè un suo grande amico, il mitico Pelè, colpito dal suo raro talento vocale le consiglia di provare la carta estera. E’ l’Italia il paese che la scoprirà. L’anno è il 1994. La canzone d’esordio è ormai leggenda: THE RHYTHM OF THE NIGHT, una canzone travolgente dalle ritmiche dance. Numero 1 nelle top ten italiane per ben 13 settimane consecutive. Distribuita sul mercato europeo dalla Warner Music è un successo senza precedenti. In Inghilterra in poche settimane scala le classifiche raggiungendo il primo posto e restando per mesi il disco più venduto, più di 1.000.000 copie. “The Rhythm of the night” diventa il tormentone dell’estate di quell’anno e Corona la cantante più amata, ottenendo più di 15 dischi d’oro e di platino. Grazie ad un grande tour mondiale, la canzone sbarca in America mantenendo a lungo le prime posizioni nelle classifiche di vendita. In brevissimo tempo, Corona diventa la star dance più apprezzata e stimata. I titoli successivi non faranno altro che eguagliare se non superare l’enorme successo del primo singolo. BABY BABY(1995), TRY ME OUT(1995), I DONT WANNA BE A STAR (1995). Distribuiti in tutto il mondo, dall’America all’Europa al Giappone, consacrano Corona regina incontrastata della dance mondiale. Richiesta da tutte le televisioni del mondo partecipa come ospite d’eccezione nelle trasmissioni musicali più famose, talmente è forte e immenso l’ affetto del pubblico. Nel 1996 debutta come presentatrice in un’ edizione storica del FESTIVALBAR. Per la prima volta i presentatori sono tre, oltre a Corona, vera novità di quella edizione, Amadeus e Alessia Marcuzzi. Il trio funziona, la scommessa è vincente. Ennesimo grande successo per Corona. La sua energia, la simpatia e la sua enorme carica sensuale, accompagnata da una forte personalità, le permetteranno di rivoluzionare radicalmente lo spettacolo musicale di quegli anni, lasciando indelebile la sua impronta di artista a tutto tondo, capace di accostarsi con originalità a generi del passato, donandone una nuova vivacità del tutto personale. L’r&b di facile presa in DEEPER AND DEEPER(1998), l’amore per Aretha Franklin in THE SPY, la dance degli anni ottanta di I BELONG TO YOU(1998). Il grande amore per la musica, la continua ricerca di suoni nuovi e la voglia di sperimentazione, la portano negli ultimi anni a confrontarsi con nuovi generi, nuovi ritmi e nuovi stili. Infatti, nel 2000, Corona confeziona soltanto per il mercato brasiliano il disco AND ME U, un insieme di brani che sono una attenta e raffinata summa di vari generi musicali, a partire dall’ amata dance fino al pop, dal mpb al classico, al jazz. L’album, distribuito dall’ Abril music, dimostra e conferma la sensibilità di un’ artista camaleontica con un continuo desiderio di misurarsi, che è continuato anche negli ultimissimi anni. Un affettuoso omaggio alla musica per eccellenza del suo Brasile, la bossanova, una musica dalle melodie etniche e rilassanti, nata negli anni sessanta durante la “dolce vita” brasiliana, che cantava la bellezza e la tranquillità di quell’epoca, e un guardare alle proprie radici rappresenta, nella compilation BRAZIL 5000-3 distribuita in tutto il mondo dalla “5000records”, l’ultimo lavoro di Corona A COR DOS TEUS OLHOS (il colore dei tuoi occhi nell’ azzurro del mare). Il brano è una -foto ricordo impressa nella mia mente- lo definisce Corona. Quasi autobiografico. Una passeggiata sulla spiaggia, un momento di malinconia, lo sguardo rivolto al mare del suo Brasile, il rumore rilassante delle onde e il suo colore azzurro come gli occhi di chi presto incontrerà. Il pezzo uscito nel maggio 2004 si è fatto immediatamente apprezzare in Inghilterra e nel resto del mondo. La compilation è uscita da poco anche in Italia.
Corona
TWITTER
Apri
VIDEOS
Apri
SHARE THIS