DEEJAYS SET
 
LUCHE'
Torna indietro
Quando un rapper del calibro di Luche gioca in casa, la risposta del pubblico è sempre immediata.Sold out per la data napoletano dell’ L2 Tour che sta portando il rapper di Marianella in giro per l’Italia per presentare il suo ultimo lavoro discografico uscito quasi un anno fa. Le aspettative non sono state deluse e lo show, che si è tenuto alla Casa Della Musica lo scorso 13 febbraio, ha trasmesso una grande energia a tutti i presenti. Ma procediamo per gradi. Tanti sono stati gli MC’sintrodotti sul palco da Dario Fresko in apertura: a rompere il ghiaccio è stato TerronRissa che ha fatto ballare il pubblico con “Dedicat a tè“; poi è stato il turno di MV Young Killa che ha presentato il suo ultimo brano “Newpolitan“; subito dopo hanno fatto il loro ingresso sul palco i Kimicon Twinzcon “Red Saga“, estratto dall’album in lavorazione; restando in ambito RC Music, anche Enzo Dong ha contribuito con il suo singolo “Che guard a fa‘“; la chiusura dell’open act è toccata a Bles, finalista dell’ultima edizione di MTV Spit. Ad accompagnare i rappers in consolle c’era The Essence che subito dopo l’apertura ha proposto una selecta delle ultime bangers made in USA. Alle ore 22.00 il pubblico è pronto e partono le note di “Close My Eyes Forever” di Lita Ford & Ozzy Osbourne,sample usato in “Nulla è Cambiato“, primo brano in scaletta. La formazione sul palco vede Luche al microfono numero 1, accompagnato da Corrado, Geeno ai controlli e Carmine De Rosa alla batteria. Tutti indossano capi della linea d’abbigliamento Black Friday, brand creato da Luche & Corrado con Mario Pini e che sarà presto disponibile. I fans in delirio hanno accolto in maniera calorosa Luche, cantando parola per parola ogni canzone. Il live ha visto l’interpretazione di tracce estratte da “L1” & “L2“, ma anche dagli album dei CoSang. Infatti, subito dopo aver cantanto lastreet anthem “Nisciun“, è partito il momento back in the days con brani come “Int’ O Rion” e “Quanno Me Ne So Juto“. A metà show c’è stato un momento dedicato a Pino Daniele: accendini in aria e tutto il pubblico ha intonato “Je Sto Vicino A Te“. Luche, visibilmente emozionato, ha ringraziato più volte i presenti durante gli intramezzi e come promesso, non sono mancati gli special guests che hanno contribuito ad arricchire il concerto. In ordine di apparizione: El Koyote con “Nun Me Parlà ‘e Strada“; la cantante Da Blonde ha interpretato “Non Immaginerò” e “Ti Voglio“; subito dopo il tributo a Pino Daniele, è saltato sul palco Clementino (N.B. che ha l’onore di avere un brano inedito con Pinotto nel suo album di prossima uscita) per “Il Mio Successo“; sulla strumentale di “Ghetto Memories“, spunta a sorpresa Achille Lauro, che ha regalato una delle performance più intense della serata; e infine i Fuossera con “Sporco Napoletano RMX” e “Poesia Cruda“. Il repertorio di Luche è molto versatile e gli permette di passare dai pezzi da club a quelli più introspettivi. E così è stato per il finale in cui ha proposto la sua ultima hit in dialetto, ovvero, “E’ Cumpagn Mie” e “La Transizione“, brano che chiude L2. Con questo concerto, Luche ha coronato un anno molto produttivo, dopo il periodo difficile dovuto allo scioglimento dei CoSang, in cui pareva che tutte le colpe fossero accollate a lui. Adesso si guarda avanti, al nuovo album e chissà a quanti altri progetti che frullano nella testa di uno degli artisti più originali del panorama italiano.
LUCHE'
TWITTER
Apri
VIDEOS
Apri
SHARE THIS