CABARET
 
MARCO DELLA NOCE
Torna indietro
Marco Della Noce non ha bisogno di presentazioni…Numerose sono state le stagioni che lo hanno visto tra gli ospiti fissi e più acclamati di "Zelig Circus”.Fulcro del suo spettacolo sono i segreti del mondo della Formula 1: è affidato ad Oriano Ferrari, capo meccanico del box di Maranello, il compito di svelare, con ironia competente e professionale, i più comici retroscena del mondo patinato di “Sochmacher”. Ma c’è anche spazio per le avventure del comandante delle squadre speciali dei Nocs o quelle dell’ormai mitico Larsen.Lo spettacolo rispetta le regole del cabaret classico con il susseguirsi dei personaggi che raccontano il loro mondo minimale con un lampo di follia e uno di genio, diversi uno dall'altro ma accompagnati da una semplicità di fondo presente in ognuno di loro.La storia di Marco Della Noce inizia nel 1977, anno in cui si diploma come perito chimico, e presto fatto, il destino è già segnato… da chimico a comico il passo è stato breve. Nel 1984 fonda insieme a Cesare Gallarini il gruppo “La carovana” con cui, dopo alcuni anni di sana “gavetta” nel 1987 vince il premio speciale della critica al Festival Nazionale del Cabaret di Loano. Il primo contratto televisivo arriva l’anno successivo: entra nel cast del mitico Drive In (Italia Uno). Seguono varie apparizioni – sempre in coppia con Cesare Gallarini - in programmi televisivi tra cui: TV delle vacanze (Canale 5), Mondo Gabibbo (Canale 5), Mai dire Gol (Italia 1 – 1995), Striscia la notizia (Canale 5), Comici (Italia 1 – 1998), Tribe generation (Italia 1 – 1999), Saranno maturi (Rai 3 –1999), La mostra della Laguna (Rai 3 – 1999), L’ottavo nano (Rai 2 – 2001). Marco Della Noce inizia la sua carriera da solista quando, nel 1996, sul palco di Zelig Cabaret, presenta nuovi personaggi (sono questi gli anni in cui nasce “Larsen”, il fonico fumato). Nel 1997 partecipa -con Enrico Bertolino- al progetto “Day after” in cui nascono molti dei personaggi che lo hanno poi fatto amare a livello televisivo: dal Nocs al Grand Chef, dal Lord Inglese a Oriano Ferrari. Questa esperienza lo porta rapidamente a far parte del cast televisivo di Zelig, dalle prime edizioni di Facciamo cabaret, passando per Zelig Circus per arrivare all’ultima edizione (2008) di Zelig, condotto da Claudio Bisio e Vanessa Incontrada e registrato al Teatro degli Arcimboldi in onda in prima serata su Canale 5.Il 2010 lo vede ospite fisso nel programma Ritorno al futuro condotto da Alex Zanardi in prima serata su Rai 3, oltre che a mille e più serate di cabaret!In teatro debutta durante la stagione 1998/1999 con lo spettacolo “Che storia!”, scritto con Carlo Turati. Nel 2003 è in scena con Claudia Penoni e Paolo Pierobon nello spettacolo “Non solo ciccioli” scritto insieme a Marco Posani per la regia di Massimo Navone. Nel 2011 è tra i protagonisti dello spettacolo teatrale comico “Favelas”, con la regia di Angelo Pisani (Pali e Dispari) in scena al Teatro Verdi di Milano.In editoria è presente con tre pubblicazioni scritte con Carlo Turati: la raccolta di racconti “Che storia!”, (2000, Baldini & Castoldi), le vicende scolastiche di Larsen in “Torna a scuola, Larsen”, (2002, Baldini & Castoldi) e il mondo della F1 letto con gli occhi di Oriano Ferrari in “Sochmaker”(2002, Mondadori). Nel 2009 esce in allegato alla Gazzetta dello Sport il suo DVD “Che storia!” per la collana “GazZelig”, collana di 21 DVD comici a cura di Gino e Michele.Per il cinema è stato protagonista insieme ad Anna Falchi del film “Operazione rosmarino” (2002, regia di Alessandro Pupolin), coprotagonista nel film di Teo Teocoli “Bibo per sempre” (2000, regia di Enrico Coletti), nel cast de “La Grande Prugna” (1999, regia di Claudio Malaponti).Nel 2012 approda nel programma Rai MADE IN SUD nel suo personaggio preferito LARSEN.
Marco Della Noce
VIDEOS
Apri
SHARE THIS