PASQUALE PALMA
classe ’86 nasce a Napoli e cresce con la mamma casalinga, il papà operaio e la sorella maggiore a Giugliano in Campania (un paese dell’area nord di Napoli). Fin da piccolo, mentre tutti i suoi amici sognavano di diventare i nuovi Maradona, Pasquale resta affascinato da Totò, Sordi, Troisi, Verdone e dal cinema italiano tutto. Cosi, complice un’innata timidezza, si chiude in camera inscenando veri e propri spettacoli da solo.

L’istituto tecnico industriale di Giugliano è il suo primo palcoscenico dove divertei suoi compagni improvvisando degli sketch che prendono di mira i professori; sempre tra i banchi di scuola con alcuni suoi compagnidi classe scrive e dirige il suo primo spettacolo dal titolo “Il corto, il brutto e il cretino”. Nel cammino verso il diploma, Pasquale, si appassiona anche alla musica e partecipa a qualche festival canoro con alcune canzoni scritte da lui.

Dopo il diploma inizia a intraprendere la sua carriera: la sua prima palestra sono i villaggi turistici dove lavora come animatore per qualche anno per poi continuare con laboratori (coi maestri Enzo Castaldo, Antonio Romano, Giuseppe Sollazzo) e spettacoli (recita in alcuni spettacoli di varietà con Lucia Cassini). Nel 2008 supera il provino presso il teatro Tam di Napoli (il tempio della comicità napoletana dove si sono formati artisti del calibro di Alessandro Siani, Simone Schettino, Paolo Caiazzo, i Ditelo Voi) dove inizia a frequentare alcuni laboratori comici.

E’ proprio sul palco del Tam che Pasquale affina la sua verve comica e fa debuttare il suo personaggio d’esordio:Vivo D’Angelo. Un ragazzo dei giorni nostri irreversibilmente legato al mito degli anni ottanta, alle canzoni e ad i film di Nino D’Angelo tanto da credere di esserne LUI stesso la personificazione. Con questo personaggio Pasquale, oltre a vincere nel 2009 il premio “Mi faccia ridere”, sbarca a “Made in Sud” all’epoca in onda sul canale Comedy Central della piattaforma Sky. Durante le prime edizioni del programma il giovane comico ha la possibilità di aprire gli spettacoli di artisti noti come Mago Forrest, Dario Cassini e Alessandro Siani. Ed è proprio lo stesso Siani a volerlo con lui a teatro negli spettacoli “Per Tutti Revolution” e “Più di Prima international”.

E’ anche ospite di qualche puntata di “Number Two” programma sportivo in onda sull’emittente regionale TeleNapoli34. Inizia a girare col suo spettacolo “Sbattizione di mane” dove fa vivere i nuovi personaggi (l’Avatar, Bimbominkia, il mimo, l’Emo, il gioco delle identità) che propone nel sempre più fortunato format “Made in Sud”.

Col passare degli anni il format di Nando Mormone e Paolo Mariconda “Made in Sud” diventa anche uno spettacolo teatrale di successo che registra il tutto esaurito nei maggiori teatri della Campania. Il successo dello show approda su Rai Due e arriva la giusta popolarità. Il suo spettacolo fa infatti il giro dei locali di tutto il sud e non solo. La squadra “Made in Sud” è in forte sinergia con la squadra del Napoli e col presidente Aurelio De Laurentis. I comici diventano dei veri e propri portafortuna della società sportiva calcio Napoli tanto da essere invitati al ritiro della squadra a Dimaro in Trentino e svariate volte in tribuna d'onore allo stadio San Paolo di Napoli.


Attualmente è in tv con la nuova edizione di Made in Sud in cui propone il personaggio del Rapper Arancino. Tutti i martedì alle 21.10 su Rai 2.